venerdì 26 gennaio 2007

pride...

mi dicono che mi devo calmare....
mi dicono che devo stare calma...
io posto il testo di una canzone ....
così, per confermare una vita in musica dato che le parole nn servono che serva almeno la musica a farmi capire come gira il mondo....
se qualcuno potesse fermare il giro odierno di questa palla piena d'acqua e fuoco e popolata da gente che non vede, non sente, non parla, io gradirei scendere per favore....
fatemi scendere....
sono arrivata in fondo...
vedo il capolinea...
fatemi cazzo scendere!!!!!
completerà il suo giro dopo...anche senza di me....
e magari ora vado a farmi una doccia...e che le lacrime di questa giornata di delusione si confondano con il bagnoschiuma e l'acqua che scorre....
lacrime come pioggia...
e poi metterò il vestito più bello...e ricomincerò a recitare il copione...quello che mi hanno dato il 7 novembre di 30 anni fa....che gli sceneggiatori di beautiful penserebbero che sono dei falliti a vedere dentro la mia testa...
sono troppo incazzata con il mondo intero....
e non ho più voglia di provare a vedere il buono e il bello delle cose....in fondo non lo trovo ma l'ho sempre e solo visto perchè volevo vederlo io...
sono una deficente...prescia moon deficenza blog....
minus habens....
idiota...
cretina...
basta....
baia di dalkey...è lì che voglio stare ed è lì che voglio dimenticare tutto...
ma in particolare TUTTI....

A un passo dal possibile

A un passo da te
Paura di decidere
Paura di me

Di tutto quello che non so
Di tutto quello che non ho

Eppure sentire
Nei fiori tra l'asfalto
Nei cieli di cobalto - c'è

Eppure sentire
Nei sogni in fondo a un pianto
Nei giorni di silenzio - c'è

un senso di te

mmm...mmm...mmm...mmm...
C'è un senso do te
mmm...mmm...mmm...mmm...

Eppure sentire
Nei fiori tra l'asfalto
Nei cieli di cobalto - c'è

Eppure sentire
Nei sogni in fondo a un pianto
Nei giorni di silenzio - c'è

Un senso di te

mmm...mmm...mmm...mmm...
C'è un senso di te
mmm...mmm...mmm...mmm...

Un senso di te
mmm...mmm...mmm...mmm...
C'è un senso di te


e a seguire......


Non c'è contatto di mucosa con mucosa
eppur mi infetto di te,
che arrivi e porti desideri e capogiri
in versi appassionati e indirizzati a me;

e porgi in dono la tua essenza misteriosa,
che fu un brillio fugace qualche notte fa;
e fanno presto a farsi vivi i miei sospiri
che alle pareti vanno a dire "ti vorrei qua".

Questa è la canzone che scrivo per te:
l'ho promessa ed eccola.
Riesci a scorgerti? Si che ci sei,
prima che ti conoscessi.

(Ora ho il tuo splendido sorriso da succhiare:
sfavilla di felicità.
L'osservo su dalla tua fronte vanitosa
che ai miei baci ha chiesto la priorità).

Pure frigid waters from these eyes that always miss you
Nothing but violence from my empty gun
I'm using silver to light up these blackheart faces
blinding your fingers with my skin that burns for you.

Questa è la canzone che scrivo per te:
l'ho promessa ed eccola.
Riesci a scorgerti? Si che ci sei,
proprio mentre ti conosco.

This song is for me
I listen like i promised you
I can see me in your words from hell
that you write for me

E ho le tue mani da lasciarmi accarezzare il cuore
immune da difese che non servono.

Ma ora ho in testa il viso di qualcuno più speciale di me,
che sa cantare ma ha più stemmi da lustrare di me
...e questo è il tuo svago.
Per quel che mi riguarda sei un continente obliato.
Per quel che ho visto in fondo mi è piaciuto.

Don't, don't tell me. What you want from me
No, don't tell me. I don't wanna hear. Don't tell me

Questa è la canzone che scrivo per te:
l'ho promessa ed eccola.
Riesci a scorgerti? Non ci sei più,
dopo che ti ho conosciuta.

marlene kuntz feat skin
buona serata....

2 commenti:

plastica ha detto...

cavol la mia canzo

prescia ha detto...

ciao plastica....
certo bella è bella...
ma mai come questa:
Pelle: è la tua proprio quella che mi manca
in certi momenti e in questo momento
è la tua pelle ciò che sento nuotando nell'aria.
Odori dell'amore nella mente dolente, tremante, ardente:
il cuore domanda cos'è che manca
perchè si sente male, molto male, amando, amando, amandoti ancora.

Nel letto, aspetto ogni giorno un pezzo di te
un grammo di gioia del tuo sorriso e non mi basta
nuotare nell'aria per immaginarti: se tu sapessi che pena.
Intanto l'aria intorno è più nebbia che altro
l'aria è più nebbia che altro

E' certo un brivido averti qui con me
in volo libero sugli anni andati ormai
e non è facile, dovresti credermi,
sentirti qui con me perchè tu non ci sei.
Mi piacerebbe sai, sentirti piangere,
anche una lacrima, per pochi attimi.
Mi piacerebbe sai...


se non fosse che questa canzone mi provoca paranoie a raffica la sentirei cento volte al giorno....
ciauuu...