mercoledì 24 gennaio 2007


eccomi qui.... inizio con uno stralcio di una poesia....

Ribèllati alle leggi della luna
E al parlamento del cielo,
Al governo del mare perverso,
A tirannia del giorno e della notte,
A dittatura di sole.
Ribèllati all’osso e alla carne,
A parola di sangue, ad astuzia di pelle,
E al verme che nessuno può ammazzare.

dylan thomas....
nessuna onda può pettinare il mare e incanalarsi in saldo sentiero.....

2 commenti:

digito ergo sum ha detto...

Ciao. Sai cosa penso? Beh... mi sa che, a tratti, pensare sia pure una parola di indubbio gusto forte... ma tant'è...

Lungi da me emettere giudizi... non ce le ho nelle corde, io, queste cose. Eppoi...

Beh, tout court, penso che una persona in grado di leggere (e, capire) dylan thomas, qualcosa di più, deve averlo. Poi, cosa ne faccia, di questo surplus... è tutt'altra storia. Ti abbraccio. Lo stesso. Adesso.

Prescia ha detto...

;) grazie digito....
baciuzzi...