giovedì 26 luglio 2007

high fidelity....


ebbene si lo sto rileggendo.....
lo so...
più o meno dovrei saperlo a memoria....
la prima volta che seven mi scrisse una mail parlando dell'aiuola di fleming io non è che ne avessi capito molto....
fino al momento in cui ho preso in mano questo libro per la prima volta....
è di quei libri di cui ti innamori...
senza rendertene conto lo leggi e lo rileggi....anche duecento volte....
e ti ci rivedi sempre....in un modo o nell'altro...
"In questo universo instabile, unica certezza di Rob è la musica, il filo conduttore di una vita dalla quale ha sempre cercato di non farsi coinvolgere troppo, preferendo, piuttosto, rifugiarsi e ritrovarsi nelle canzoni..."
così dice la recensione....ed è penso già da questo abbastanza chiaro il perchè del mio rivedermi spesso in rob....prescia fleming....
la musica in questo libro ha un ruolo assolutamente fondamentale....è il filo conduttore di tutte le ansie, turbamenti, successi ed insuccessi di fleming....
e i personaggi che fanno da contorno...non sono certo da meno....
pagherei oro per saper scrivere così....anche se gli altri libri del vecchio hornby non raggiungono la grandezza di questo....quindi credo che sia il suo massimo...pur adorando anche tutto il resto...soprattutto non buttiamoci giù che per me è geniale...
e la cosa più divertente sono le liste continue...le 5 cose che mi hanno ferito di più....
le 5 che mi hanno divertito di più....
"Rob il quale si diverte a stilare top five su ogni possibile argomento: migliori libri, migliori film, migliori canzoni e “migliori” fregature sentimentali. La sua ragazza lo ha infatti appena lasciato e numerosi interrogativi lo tormentano. Sembra essere giunto ad un bivio, ad un confine tra essere l’eterno adolescente, immaturo e irresponsabile e l’uomo adulto cosciente dei propri limiti e delle proprie colpe. Farebbe forse meglio a smettere di vivere in mezzo ai cd e a costruire una famiglia, una casa, a trovare un lavoro vero?
Hornby in maniera brillante, immediata, commovente e amara mette così in scena i sogni, gli amori e le disillusioni di una intera generazione di trentenni a cui certamente non manca la voglia di vivere."
lo consiglio?
si....
ovvio....
lo tengo sempre sul comodino.... ;)

Che cosa è nata prima: la musica o la sofferenza? Ai bambini si tolgono le armi giocattolo, non gli si fanno vedere certi film per paura che possano sviluppare la cultura della violenza, però nessuno evita che ascoltino centinaia, anzi, dovrei dire migliaia di canzoni che parlano di abbandoni, di gelosie, di tradimenti, di penose tragedie del cuore. Io ascoltavo la pop music perché ero un infelice. O ero infelice perché ascoltavo la pop music?


Insomma, che cosa devo fare? Devo continuare a svolazzare di fiore in fiore per tutta la vita finché ne vedo sbocciare uno? Devo mandare tutto a monte ogni volta che conosco una ragazza nuova? Dall'età di quattordici anni ho lasciato che fossero i testicoli a decidere. E francamente, sono giunto alla conclusione che i miei testicoli non ci capiscono un cazzo.

;) ;)

scappo....ciao a tutti....

13 commenti:

Pibe ha detto...

Mitoooo! Il libro non l'ho ancora letto ma lo farò di certo....
da questo hanno poi liberamente tratto l'omonimo film del tipo proprietario di un negozio di vinili ormai verso la chiusura definitiva? Se si è uno dei miei film preferiti!!!
Non sapevo, eventualmente, fosse tratto da questo libro....oramai ne sn però certo!
Non te lo consiglio il film perchè ovviamente l'avrai visto!
Romanticismo cristallino....
"gente come noi" ama fare le top five....è proprio così!
Notte a tutto il Mondo di Prescia! Olè

Corradino ha detto...

Si, è tratto dal romanzo di Hornby, solo che si svolge a Chicago.
Tra l'altro, Hornby ha scritto anche il romanzo "About a boy" dal quale hanno tratto l'omonimo film con Hugh Grant (molto bello...).
Notte...

Pibe ha detto...

"About a boy" ....altra super chicca! Grande!

Fata Morgana ha detto...

Mi piace il titolo del "yuo" libro... Di che parla??? :D

lucia ha detto...

Ciao.
Di blog in blog sono giunta fin qui.
Qualcuno sostiene che la pop music crei davvero sacche di sofferenza indotta nel nostro animo.
Io ne sono la prova.
Non ti dico le volte che ho sofferto per le canzoni.
Forse è il caso di cambiare musica. Tu che ne dici?
ps
aggiungerò "Alta Fedeltà" in cima alla pila dei libri che tengo sul comodino e il tuo link.
*__*
saluti bolognesi

prescia ha detto...

@lucia...ti holinkato anche io come vedi...a proposito il tuo blog è stupendo...e credo anche il tuo libro...mi sa che sarà la lettura dell'estate!!direi che è davveroil caso di cambiare musica...e anche aria...in tutti i sensi!!a presto!

@pibe e corradino tra about a boy e alta fedeltà c'è un abisso...per altro i film sono quasi sempre deludenti...in particolare nel film un ragazzo...manca la parte fondamentale, ovvero che il ragazzino è pazzo di janis joplin!!!grr..per renderlo commerciale lo hanno modernizzato..quindi è fan di nn ricordo quale rapper..e così perde un pò di significato...

@ fata per noi anime dark in eterna transizione io lo metto al vertice della lista!!!

per il resto...scusate se sono un pò assente...ho avuto un pò di problemi...baci a tutti!!!a prestissimo... ;)

prescia ha detto...

dimenticavo: @lucia BENVENUTA SUL MIO SATELLITE!! ;)

sergente ha detto...

prescia:
1) per favore, fallo per tutti noi, dai un colpo di cancellino alla lavagna dei tuoi problemi
2) l'onnipotente benedica hornby - i primi romanzi sono i migliori
3)salutosi saluti a chi passa di qui

ignipott ha detto...

...ciao a tutti... io passai...

lucia ha detto...

sono di passaggio, solo per riascoltare David Bowie...
*__*
la la la la la la la la
la la la la la la la la
la la la la la la la la

prescia ha detto...

;)

Samuele ha detto...

Ti/Vi consiglio "Febbre a 90" e "Buttiamoci giù" sempre di Nick. Il primo una vera chicca per gli appassionato di Calcio. Racconta le vicende (vere) di un tifoso dell'Arsenal. Autobiografico.

OT: visto che ti piace Bilbao dimmi se ti piacciono le mie foto al Gugg.
http://www.samuelesilva.net/dblog/articolo.asp?articolo=990

prescia ha detto...

non buttiamoci giù è fortissimo...ho letto pure come diventare buoni e una vita da lettore....mi manca solo febbre a 90 e il mio anno preferito...ma credo che al più presto li piazzerò sul comodino!!!!!
grazie per essere passato di qui...ora corro a vedere le tue foto di gugghy!!!
ciauuu... ;)