venerdì 9 novembre 2007

break on through....to the otherside....


Oggi è il 9 novembre.....
forse non vi dice nulla ma in realtà è una data storica e importantissima......
oggi è il 9 novembre 2007 e sono già passati 18 anni dal 9 novembre 1989.....
quel 9 novembre in cui cadde il "muro della vergogna", il muro su cui trovarono la morte circa 240 vite.....
Il primo a pagare con la vita il suo tentativo di fuggire fu Gunter Lutwin.....
Il più famoso tentativo fallito fu quello di Peter Fechter a cui fu sparato dalle guardie di confine della DDR il 17 agosto 1962 e fu poi lasciato morire dissanguato nella cosiddetta striscia della morte davanti ai media occidentali.
L'ultimo cittadino ad essere ucciso mentre tentava la fuga fu Chris Gueffroy il 5 febbraio 1989......
non dimentichiamo.....mai....

29 commenti:

Cetta ha detto...

hai proprio ragione!!Mai dimenticare

Prescia ha detto...

:)

Annachiara ha detto...

Me lo ricordo. Mi ricordo pure esattamente dov'ero. E mi ricordo anche la sensazione che provai qualche anno dopo a vederlo dal vero quel muro. Prima che restaurassero Berlino.

enzorasi ha detto...

IO non ho dimenticato, prescia, sono solo molto pensieroso in questi giorni. 18 anni se ne sono andati ma altri muri sono stati alzati, alcuni necessari forse, altri stupidi e crudeli fra noi stessi. Ma c'è violenza in giro, violenza e arroganza, tutto condito da un'ignoranza della storia che porta solo a slogan grigi e falsi. E' meglio che chiuda qui: troppa stanchezza. Stasera vado sul lungomare a guardare il buio sul'acqua.

MariCri ha detto...

Me lo ricordo benissimo. ero in V elementare e la maestra ci diede da fare un tema sulla caduta del muro. rimasi profondamente impresisonata, perchè non capivo come poteva una città essere tagliata in due da un muro. mio papà mi spiegò un po' la storia di Berlino dopo la seconda guerra mondiale e di quel tema presi "ottimo". credo che allora si svegliò in me l'amore per la storia, il voler capire il perchè delle azioni degli uomini.

GattaMora ha detto...

Brava Prescia, non dobbiamo dimenticare.
Io avevo 17 anni, ricordo bene che me ne stavo davanti al televisore e non potevo crederci... quell'orrendo muro che per 28 interminabili anni ha diviso famiglie, interrotto amicizie e lasciato amori in corso a metà cadeva per sempre, e avevo il cuore in gola. Non eravamo lì presenti, ma forse è l'unico evento storico di rilievo che in qualche modo abbiamo vissuto.
Grazie per questo bel ricordo!

Gatta

Prescia ha detto...

@enzo...a dire il vero io avevo solo 13 anni appena compiuti....ma lo ricordo benissimo perchè mia mamma è andata diverse volte a berlino...e dopo quella volta è tornata senza parole....ha assistito ad un evento pazzesco e ricordo ancora le foto dei check point......
gli u2 poi erano proprio lì a registrare un album che io adoro...i cui video dono girati proprio a berlino...nei posti dove c'erano le vecchie barricate....
nessuno se ne ricorda mai....forse perchè ormai siamo tutti abituati a vedere berlino senza muro....ma è un evento storico che ha avuto un peso non indifferente sulla politica europea....e secondo me merita di essere ricordato sempre....
come tutte le vittime di quel muro....
ha ragione enzo...quando parla di altri muri alzati....so di un muro a padova che divide la città dagli extracomunitari...anche se non credo sia nulla di paragonabile, ma è pur sempre un segno di divisione...e poi c'è la storia dei rumeni invisibili...e di quelli visibili che fanno male....
ma ci sarebbe tanto da parlare....e forse è meglio che come enzo anche io vada a guardare il mare...


@maricri...pensa che mia nonna insegna italiano e storia.....io amo la storia....in compenso odio la geografia!!!! ;)

@gatta..è un pò come quando abbiamo visto l'aereo dentro le twin....la sensazione di far parte della storia....di vivere e ricordare un giorno importante....

@annachiara....io non l'ho ancora vista berlino...soooob....provvedo prestissimo però... ;)

Prescia ha detto...

giuro non lo faccio apposta a scrivere sempre il settimo commento.... ;)

Diego D'andrea ha detto...

Brava Presciuzza, hai fatto bene a ricordare la data!!!

Sai che conservo dei pezzi di muro di Berlino raccolti durante uno dei miei primi interrail?
Non sono un semplice cimelio, ma un pezzo di storia che riesce a stare su una mensola!

Un abbraccio
D

Dyo ha detto...

Lo ricordo benissimo perchè, ahimè, ero già grande. E ricordo il clima di generale euforia.
Hai fatto bene a ricordarlo. :-)

giancarlo ha detto...

bello il titolo strappato a Jim Morrison... e bella la canzone di sottofondo (non sono mai riuscito a capire come si fa su un blog)... da un sapore esotico al tutto...
un saluto...
dimenticavo.. � caduto quel muro, ma altri, forse meno visibili son sorti in altri posti.

Pibe ha detto...

Non dimentichiamo mai!
Vale per quello che scrivi e per mille altre cose...
Faccio un mini salto quantico e penso alla seconda guerra mondiale. La cultura della memoria può farci diventare tutti un pò migliori.
Mi viene freddo se penso che tra qualche anno non avremo più il patrimonio pazzesco di persone che ci possono raccontare A VOCE quello che hanno vissuto.
I nostri figli, i nostri nipoti cosa percepiranno di quello che è stato?
Noi stessi cosa abbiamo appreso di tutto questo...?
Nulla può essere sufficiente per capire abbastanza ma, proprio perchè costa poco, qualcosina si può fare.
Per il ricordo, solo quello.
Un film, un libro, un post, un racconto....
Notte Prescia

scrittricexcaso ha detto...

ciao sai che io nell'86 sono andata a Berlino con la nazionale di nuoto sincronizzato x gli europei (ovviamente naz.italiana) ma piccolo particolare avevamo l'allenatrice americana e non ci hanno fatto visitare l'altra parte x' se andavamo oltre non si sapeva se tornavamo...o meglio c'erano problemi x lei e poi...è vero mai a 17 anni ho visto una cosa così tremenda un muro che divideva letteralmente le case in due,cemento alle finestre e croci tante croci che portavano date non solo passate ma ache recenti...incredibile da gelare il sangue.Bè quando è caduto io ho così tanto pianto di gioia in ricordo della mostruosità vista.
La gente non deve e non può dimenticare ma non solo questo anche le tregedie in Africa,le passate degli ebrei,i vari genocidi avvenuti...abbiamo il dovere di ricordare e fare sempre qualcosa x migliorare...saluti:)

digito ergo sum ha detto...

Dimenticare? Neppure dopo una lobotomia. Te lo dico io e, a me, la lobotomia me l'hanno fatta ;-)

Ora tante cose si spiegano...

giancarlo ha detto...

scrivo qui,perchè non so dove altro farlo... mi sono innamorato della canzone che mi accoglie quando apro il tuo blog: boa sorte"... e mi ci vuole davvero poco... ad innamorarmi.
grazie dell'apprezzamento per la modesta foto; la cosa che fa più piacere è sapere della condivisione di cose, momenti e sensazioni.... poi ci sono i libri, la musica e, probabilmente, altre cose.
se ti fa piacere qui trovi una parte dei miei lavori fotografici:
http://www.pbase.com/solofotogrammi

Prescia ha detto...

@diego bellissimo!!!un pezzo di storia in camera..che figata!!!!!

@dyo ;)

@giancarlo grazie caro...bellissimo il tuo blog e le tue foto....ripassa presto!!!!! :D
grazie mille per il link!!!!!

@pibe...i nostri figli ricorderanno l'undici settembre credo.....ma non ha certo il fascino della caduta del muro...piuttosto il fascino della caduta libera dei nostri giorni....amarezza...baci glam....

@scrittrice x caso....mamma mia che storia!!!!che ricordo!!!!immagino il tuo pianto di gioia dopo quell'esperienza.....
mai dimenticare, hai ragione!!!!besos...

@digito ergo sum eheheheheh....l'esame???tutto ok????

kabalino ha detto...

Credo che Enzorasi abbia ragione. Quello di Berlino almeno è caduto ma molti altri ne sono stati alzati, invisibili ma non per questo meno efficaci...
Io se penso ai muri divento nervoso...

(per tornare non seri...sono in credito di un calendario, che su max non c'è nessun calendario con le verdure...)

MUSICTERE ha detto...

E KI LO DIMENTICA..
ANKE SE ERO PICCOLA..
NON SONO COSE DA DIMENTICARE...

Inenarrabile ha detto...

Il 1989 è proprio un anno da ricordare. Per la mia città non è stato un grande anno. Ne ho appena parlato in un post, dopo aver letto il tuo.

Buona serata :)

MioCapitano ha detto...

Come va dalle tue parti, prescia? Sembra ieri che il muro di Berlino divideva il mondo. Quando metti i muri significa che hai già perso. Ciao.

Miciastra ha detto...

Brava Prescia...
La memoria storica va sempre alimentata. E' come dice miocapitano: quando metti i muti significa che hai già perso. Quello che noi possiamo fare è continuare a parlarne sempre. Per non dimenticare mai.
M

Miciastra ha detto...

e.c. - Ovviamente volevo dire "muri", però anche "muti" non è totalmente sbagliato!
Continuo a leggerti con vivo interesse.
M

piccolè ha detto...

Ciao Prescia, inanzitutto grazie per la tua visita e per le belle parole. Purtroppo la gente dimentica, o fa finta, un bacione e a presto.

Prescia ha detto...

@kabalino...tutto vero...avete perfettamente ragione.....
(sicuro che non c'è nessun calendario con le verdure????)

@musictere..benvenuta!!! ;)

@inenarrabile...ora passo allora.... ;)

@miocapitano...ciao carissimo, che piacere averti qui...
bellissime parole le tue...se metti i muri hai già perso....grande!!!!!

@miciastra ;) ;) anche io ti leggo sempre tesora!!!!kiss...

@piccolè.. :DDDD
torna presto!!!!

Laura ha detto...

Hai ragione, non bisogna dimenticare.

patty ha detto...

mannaggia, sono la 24esima e nn vorrei finire col dire la stessa cosa che han già detto tutti in tutte le salse ma...è vero,queste cose bisognerebbe ricordarle + spesso, sensibilizzare anche di + la gente con il mezzo televisivo...ma a qnto pare il sedere della yespica fa + audience...

Prescia ha detto...

@laura.. ;)


@patty oltre al sedere della yespica ci sono pure le tette della toniolo e gli addominali dei tronisti....
e vabè....
stasera ci si becca pure la pronipote di elisa di rivombrosa....ma che palle..... ;)

Simona ha detto...

Me lo ricordo eccome...
Nessun muro dovrebbe dividere mai, dico solo questo, nè fisico nè mentale.

supermacvale ha detto...

Grazie del ricordo.
Ricordo chiaramente quel giorno nonostante avessi 8 anni. Non sapevo molto di guerre, comunismo, DDR etc ma avevo capito che quel giorno era importante, l'aria era particolare, alcuni equilibri cambiavano e avevamo la fortuna di esserne testimoni.
Tra 2 giorni sarò li davanti, davanti a quello che resta del muro e alla nuova Berlino. Sono curiosa di sentire quell'aria che tanto ho immaginato, chissà se c'è ancora...