lunedì 29 agosto 2011

Madreblu-Ego




Io sono il tuo dio
E ti parlo da questo deserto di noia veloce scaduta
Io sono l'oblio
Dei momenti che a volte ricordi violenti pesanti no future

I segreti di stato
Le morti annunciate bambine vendute rubate
Le puttane sul viale
Le mine anti uomo
Memorie cambiate
Murate

Io sono via cavo
Le parole gridate a copione contento e preciso smile

I segreti di stato
Le morti annunciate bambine vendute rubate
Le puttane sul viale
Le mine anti uomo
Memorie cambiate
Fantasie riciclate
I libri buttati
Catene di supermercati
Malattie senza cura
Cremine spalmate
Le ossa ammucchiate…

Egoegoegoego
Rinchiudo la mente
E ancora
Dico, ancora
Ancora
Violenza ingoio
Glub

3 commenti:

Baol ha detto...

Beh!!! Ma ritorni ogni tanto allora?!!

Ciao Prescia!!!

Enzo ha detto...

Chi è Glub? pensavo che i versi fossero tuoi. Latiti molto, fai bene probabilmente, la blogosfera è in decadenza ma, come vedi, io non dimentico i vecchi "amori".

OneWord ha detto...

Ho aperto un nuovo blog di cinema dove ognuno può collaborare scrivendo "recensioni", passa se ti va: http://onewordaboutcinema.blogspot.com/

A presto!